Les Arcs-sur-Argens

Patrimonio, storia, gastronomia ed attività ricreative si danno appuntamento a  Les Arcs su Argens.  La Città del “Parage” è un’illustrazione del Medioevo, la cappella delle reliquie di Santa Rosalina svela le sue opere d’arte. Il Massiccio dei Maures ed il suo fiume Argens invitano alla pratica di sport all’aria aperta ...

Nel cuore della pianura dell’Argens ed al limitare della foresta dei Maures si trova il villaggio anticamente nominato Archos, poi Castro di Arcubus il quale si erge a ridosso di una collina. Tra mare e vette, costeggiato da colline boscose, il villaggio gode di un clima mediterraneo con temperature gradevoli ed un’insolazione più che discreta. Nel villaggio, al riparo dagli sguardi ed a pochi passi dalla piazza centrale, il rione del Parage evidenzia un passato medievale ricco attorno al suo torrione. Le terre dell’Argens nutrono numerosi vigneti e l’insediamento della casa dei vini «Côtes de Provence» nel comune fa di questo una capitale viticola. Le animazioni sono numerose, fermo restando che la più famosa di esse rimane le Medievali. La cappella di Santa Rosalina, rannicchiata in mezzo alle viti, ospita numerosi capolavori e rende palese in un’atmosfera raccolta la devozione dei provenzali nei confronti della loro Santa. Venire a Arcs significa scoprire le radici della Provenza ed è con grande piacere che il villaggio, i suoi paesaggi di campagna, negozi e abitanti vi accolgono per le vostre vacanze o per una semplice sosta.

STORIA & PATRIMONIO

Entrate nel rione del Parage e venite ad ammirare numerose vestigia medievali nonché vicoli e palazzi d’epoca.
La torre dell’orologio ed il suo campanile risalente al 1662.
La cappella di San Pietro, antica chiesa parrocchiale risalente al XII esimo sec. Capolavoro di architettura romanica, viene adibita a luogo di esposizione durante il periodo estivo.
La torre : torrione quadrato del XIII esimo sec. che ospitava una volta il «tesoro» del signore composto da archivi e documenti.
I bastioni formavano una cinta completa forata da quattro porte, la porta del Réal, la porta Milante, la porta Bassa o dell’orologio e la porta Alta.
I ruderi del castello, costruito nel XIII esimo secolo e che fu teatro di eventi storici quali la nascita di Santa Rosalina nel 1263 e la firma di atti importanti che riguardavano tutta la Provenza.
Proseguite la vostra visita verso la chiesa di San Giovanni Battista, risalente al XVIII esimo ed al XIX esimo sec.
Racchiude un polittico di Louis Bréa datato al 1501 e vi si può contemplare un magnifico presepe provenzale animato.
Fate una passeggiatina dalle parti della cappella di Santa Rosalina (situata a 4 chilometri dal villaggio).
Restaurata, fu restituita al culto e protetta in quanto monumento storico nel febbraio 1980. La cappelletta racchiude la reliquia della Santa così cara agli abitanti nonché numerose opere d’arte in stile barocco e contemporaneo tra cui il famoso mosaico di Chagall.

NATURA & TERRITORIO


La qualità del nostro territorio ed il clima della zona fanno del nostro comune un luogo favorevole alla coltivazione della vite. Da sempre questa attività fu ed è tuttora oggi importante per il nostro villaggio.
Come lo dimostra il paesaggio fatto di vigneti che è parte integrante del villaggio, i viticoltori sono tuttora numerosi sul territorio e nove poderi vi coltivano vitigni di grande qualità.
La produzione di vini di eccezione offre ai nostri poderi una reputazione in tutta la zona e per certi ben oltre i nostri confini.
Prendete il tempo di andare incontro ai nostri vignaioli, di visitare le loro cantine e di degustare i loro vini.

Per i dilettanti così come per gli intenditori, entrate nella casa dei vini e lasciatevi guidare alla scoperta di tutti gli aromi dei vini “Côtes de Provence”.

Durante una passeggiata nella foresta dei Maures, tra rosmarini ed eriche, in mezzo ad una terra con riflessi d’oro, venite ad ammirare il cromlech dei menhir della tana. Gli 8 menhir, scoperti casualmente parecchi anni fa, sono oggi raggiungibili durante una passeggiata incantevole di alcuni chilometri nel cuore delle nostre colline.

ATTIVITÀ & SVAGHI

Arte e passione

Il villaggio è fonte di ispirazione per numerosi artisti che vi propongono di scoprire le loro opere in occasione di mostre o direttamente presso i laboratori di creazione. Siano pittori, vasai, creatori di gioielli o ancora lavoratori del cuoio, tutti saranno lieti di accogliervi e di farvi condividere la loro passione.

Tradizioni provenzali e Medievali

Grazie alla volontà ed all’operosità delle associazioni, il villaggio ha saputo far vivere di nuovo le proprie tradizioni medievali e provenzali. Ogni due anni si svolge il grande festival delle Medievali, spettacolo storico per il quale tutto il villaggio si mobilita.

La carte