BARGEMON - La tavola di orientamento

• Uscire dal villaggio dall’alto.
Dopo la gendarmeria, prendere in direzione del Colle del Bel Homme (Bell’Uomo).
• Parcheggiare la macchina all’ingresso dello sterrato detto di  “Campaoure” a circa 2,5 chilometri dal villaggio. Questo sterrato si orienta a destra nella curva a gomito.
• Salire, inizio asfaltato, seguire le 2 curve a serpentina. Alla fine del tratto asfaltato, salire dritto.
• Al crocevia delle piste, lasciare a destra la pista di Gaudissart, prendere a sinistra e continuare a salire.
• Salire sulla pista alla prima occasione e lasciare il vasto ghiaione sulla vostra sinistra .
• Curva a gomito a sinistra.
• Curva a gomito a destra, quindi di nuovo a sinistra.
• Di nuovo curva a gomito a destra, si trova di nuovo l’asfalto.
• Curva a gomito a sinistra e si trova di nuovo la strada dipartimentale.
• Prendere lo sterrato di fronte.
• In cima allo sterrato, lasciare l’area di parcheggio sulla destra e continuare dritto per 50 mt.
• Pannello di lamiera smaltata che segnala “Tavola di orientamento”.
• Salire lo sterrato per mezz’ora per giungere alla tavola di orientamento.
• Non smarrirsi a destra dello sterrato, si tratta di una zona militare.
• Tornare seguendo lo stesso itinerario.

Bargemon

Di origine celtica la parola “barg”, quindi “berg” evoca la montagna.
Oggi Bargemon, la “Perla del Var settentrionale” vi invita a scoprire il fascino delle sue fontane, il talento dei suoi artigiani e la ricchezza dei suoi tre musei :
Il museo Honoré Camos (dedicato al pittore ed alla storia locale), il museo delle macchine da scrivere ed il museo dei minerali e fossili

Una vista mozzafiato ...

Lungo la vostra ascensione, scoprite un panorama immenso che abbraccia tutto il dipartimento del Var.
A Sud Est, da una parte e dall’altra del massiccio dell’Estérel e delle cime del picco dell’orso e del monte Vinaigre si nascondono le baie di Cannes e di Fréjus Saint Raphaël. In primo piano e al centro, la vista spazia sul villaggio di Bargemon e più in lontananza si profila il villaggio di Claviers. Verso Sud Ovest appaiono la baia di Fréjus, la roccia di Roquebrune e di Le Muy, quindi il massiccio dei Maures ed il golfo di Saint-Tropez.
Ad Ovest, quando il cielo è limpido, la sagoma caratteristica del monte Coudon segnala la città di Tolone.

Il pino silvestre ed il Museo “Fossili e Minerali”

Sulle alture calcaree di Bargemon, i suoi rami “tortuosi” ed il suo aspetto massiccio lo rende caratteristico. Facilmente riconoscibile, la parte superiore del tronco assume sin dall’età adulta un colore rosa o arancione salmone.
Viene usato come legname per carpenteria, per la fabbricazione di casse, di parquet o per la Falegnameria.
Si usava questa specie nelle gallerie delle miniere; la sua resistenza ed i suoi scricchiolii fungevano da allarme per prevenire i crolli.

La Provenza è ricca di tesori geologici e paleontologici. Dopo l’escursione, scoprite una collezione comprendente poco meno di 3000 pezzi : ammoniti ancyloceratina, pesci, felci, ricci, gessi, ametiste, granati, berilli.
Ingresso libero, apertura tutto l’anno, per conoscere gli orari contattate il Museo al 0033 4 94 67 61 44 o il Punto Informazioni Turistiche al 0033 4 94 47 81 73.