CLAVIERS - La foresta del Poggio - Cappella di Sant’Anna - L'Oppido

• Imboccare la strada dipartimentale a sinistra della chiesa.
• Dopo la scuola, lasciare la strada dipartimentale, salire dritto, dopo 200 mt. girare a sinistra su una strada asfaltata.
• Giunti al serbatoio, prendere a sinistra il sentiero e giungere alla cappella di Sant’Anna.
• Vista su Claviers e Bargemon.
• Per il ritorno, tornare alla cisterna. A destra ritorno su sentiero imboccato per la salita, dritto ritorno B a sinistra ritorno A. Al serbatoio, prendere di nuovo in direzione opposta per tornare al villaggio.

Claviers, come un segreto

Questo villaggio inerpicato si svela progressivamente nel corso di una passeggiata.
Qui sono riuniti tutti gli elementi caratteristici della Provenza  “calades (vie ripide acciottolate), portici, e passaggi coperti, campanile e fregi provenzali composti da tegole sovrapposte”.
Il fascino agisce segretamente.

La foresta del Poggio e la Cappella di Sant’Anna

Situata a quota 624 sulla cima ovest dell’altopiano del Poggio, la cappella risale all’inizio del XVII esimo sec.
La sua facciata possiede un’intelaiatura di porta in stile romanico nonché un occhio sobrio, il frontone eccezionale viene incorniciato da due file sottili di tegole più conosciute sotto il nome di “génoises”.    

Villaggi inerpicati

Claviers fu costruito a quota 400 su un promontorio. Le sue case di paese alte e strette sono edificate
dal crinale della montagna e si protendono verso il costone soleggiato e quindi verso il sole. Nel cuore di Claviers, i dislivelli sono tali che i portici, passaggi e ‘calades’ sono indispensabili alla circolazione dei pedoni nelle viuzze.

 

I ‘restanques'

Ma cosa sono i ‘restanques’ ?? I ‘restanques' sono quei muretti a secco che plasmano i terrazzi a ridosso delle colline.
A volte chiamate 'Faïsses’ o 'Bancaou’, permettono la coltivazione nei posti più scoscesi. Chilometri di ‘restanques’ sono stati costruiti dal XVII esimo sec., il che dà prova se fosse necessario del coraggio e della pazienza della gente di Provenza.
A Claviers, i ‘restanques’ ospitano alcuni degli esemplari di olivi più belli della zona, da cui il titolo CLAVIERS TERRA DI OLIVI.