Le Muy - La selva costeggiante il fiume Endre

Accesso e parcheggio :
• Partendo da Le Muy, prendere la strada dipartimentale D25 in direzione Callas, alla rotonda prendere la strada dipartimentale D47 in direzione Bagnols.
• Dopo il ponte dell’Endre dipinto di blu, girare a sinistra : parcheggio ed area picnic.
• Giunti sul parcheggio, risalire fino alla strada, attraversarla per prendere poi un piccolo sentiero che inizia prima del cancello in ferro.
• Alla barriera, prendere la pista a destra, quindi 50 mt. più in là, prendere a sinistra fino ad un incrocio di piste.
• Prendere a destra e seguire la segnalazione per giungere alla diga di ritenuta collinare cosiddetta di “Chaoumes” :  bagno vietato.
• Prendere a sinistra per risalire fino alla pista grande.
• Prendere a destra a “Terme renversé”, prendere di nuovo a destra e rimanere su questa pista per giungere, dopo una discesa un po’ ripida , al lago del ‘portale del Rouët’.
• Attraversare il vasto campo pur costeggiando il lago per riprendere un piccolo sentiero ben segnalato proprio dietro una collinetta.
• Rimanere su questo sentiero che costeggia un secondo lago ed il fiume per giungere ad un’antica cava.
• Vi trovate di nuovo davanti al cancello di partenza.

Le Muy

Nei vicoli di Le Muy, la luminosità provenzale mette in risalto le facciate colorate e la domenica, uno dei mercati più importanti del Var sciorina tessuti, profumi e sapori all’ombra dei platani.
La storia di Le Muy viene svelata tuttora dalle sue pietre con la Torre Carlo Quinto, la chiesa fortificata del XVI esimo sec.

La Torre Carlo Quinto ed il Museo della Liberazione

Questo edificio del XIII esimo sec. simboleggia la resistenza di tutto il villaggio.
Le guerre tra Francesco I e Carlo Quinto imperversano in quell’estate provenzale.
Una politica di terra bruciata frena l’Imperatore che si vede bloccato all’entrata di Le Muy nel settembre 1536.
Altro simbolo di resistenza, il Museo della Liberazione presenta le operazioni aerotrasportate dell’operazione cosiddetta “Dragoon”.
Lo sbarco in Provenza nell’agosto 1944.