Les Arcs sur Argens - Castel Diaou

• Dal parcheggio, partire a piedi e seguire la strada asfaltata verso sud, attraversare il ponte dell’Aille (ponte Eiffel) (1) e camminare fino a La Renardière (lasciare la cosiddetta “Font de catin” (2), area picnic sulla destra), l’asfalto lascia poco a poco posto alla strada sterrata (circa 500 mt.)• Prendere la pista a sinistra cosiddetta “les Bauquières”.• Seguire il fiume Argens per circa 1 chilometro.• Dopo la curva a destra, deviare sulla sinistra verso la casa forestale (150m) (3).• Dopo la casa, salire a destra poi seguire la pista cosiddetta “les Bauquières” che sale a serpentina.• 650 mt. più in alto, lasciare la pista “Cabredor” a sinistra.• Dopo circa 1 chilometro, al crocevia (cisterna), deviare a destra.• 850 mt. più in là, lasciare un sentiero che parte a destra.• Di nuovo 800 mt. più in là, prendere a destra al crocevia per salire in cima (1 chilometro).• Per ridiscendere, tornare indietro (35 mt.) in modo da imboccare a sinistra il sentiero che scende a serpentina e che raggiunge il vallone della “Blaquière” dopo circa 1,5 chilometro.• Lasciare due sterrati a destra poi una pista a sinistra (attraversamento di vari guadi) per raggiungere un crocicchio (1,6 chilometro – Jas des Maures (4) ).

• Proseguire dritto costeggiando il ruscello.

• Attraversare un guado e proseguire dritto per riprendere lo sterrato dell’andata che costeggia il fiume Argens verso la Renardière poi raggiungere il parcheggio della Tournavelle.

Attenzione

Accesso alla foresta in periodo di caccia in battuta
Raccomandazioni
La foresta comunale di Les Arcs sur Argens è oggetto di una suddivisione permanente in varie zone che consentono ad ogni fruitore di scegliere la zona accessibile in periodo di caccia in battuta per la pratica delle sue attività, passando preferibilmente, a seconda del giorno, per la zona non interessata dalla caccia. Ulteriori precisioni : www.mairie-les-arcs-sur-argens.fr
Vigili del fuoco • 112 •  Informazioni Massiccio • 00 33 4 98 10 55 41 • var.pref.gouv.fr/massifs • ddaf.cdig-83.org

 

+ d'informations ici



 

 

Accesso

• Sulla strada dipartimentale DN7, a sud della città, prendere la Strada del Bac (cartello « Forêt communale ») e seguirla per circa 3 chilometri. • Lasciare la macchina al parcheggio della Tournavelle (P), tra i due ponti, ossia dopo quello dell’Argens e prima del ponte dell’Aille. 

La sughera

La parte boscosa della foresta comunale è composta all’85% da sughere. Il sughero è una corteccia prodotta dalla quercia omonima. Viene chiamato ‘sughero maschio’ quando l’albero non ancora trattato produce una corteccia crepata non sfruttabile. Prelevata questa grazie al processo cosiddetto di ‘démasclage’ (appena il tronco raggiunge 30 cm. di circonferenza), la nuova corteccia di sughero si forma. Si tratta del ‘sughero femmina’. Da allora, il sughero dell’albero viene “prelevato” ogni 10 a 12 anni quando il debito spessore viene raggiunto (circa 2,5 cm.). Tappi ma anche isolanti, suole e linoleum sono ottenuti a partire dal sughero delle nostre querce.

Castel Diaou, pinnacolo di Les Arcs sur Argens

La vetta di Castel Diaou è il punto più alto del comune di Les Arcs sur Argens. Culmina a quota 353 nel cuore del massiccio dei Maures e offre una vista panoramica a 360 gradi che permette di ammirare nelle giornate limpide la roccia di Roquebrune e il massiccio dell’Estérel (monte Vinaigre), l’entroterra grassois e le montagne delle Alpi, l’altopiano di Canjuers e le pareti rocciose di Châteaudouble, i cosiddetti Petit e Grand Bessillon, le montagne dei massicci della Sainte Baume e di Sainte Victoire, nonché la Madonna degli Angeli e una gran parte del massiccio dei Maures. Il sito dell’oppido di Castel Diaou (frammenti di ceramiche, tracce di insediamento, cinta muraria), rinvenuto nel 1984 venne datato alla prima metà del quinto secolo a.C.